Un impianto di riscaldamento si può definire efficiente quando le perdite del sistema sono molto ridotte.

Avere una caldaia con un basso rendimento di produzione comporta un maggior consumo energetico per produrre calore, che incide sui consumi in bolletta e un maggior scarico di anidride carbonica.

Infatti solo una parte dell’energia acquistata viene trasformata nel calore di cui godiamo in casa, la restante viene utilizzata per la produzione del calore, altra viene dispersa nel percorso verso gli ambienti e il resto si perde nei fumi caldi dei camini. Inoltre le caldaie a camera aperta non sono più a norma con i regolamenti europei in tema di emissioni, quello che si trova ancora sul mercato sono modelli datati e inefficienti.

Le caldaie a condensazione invece, aumentano il rendimento di produzione perché sono in grado di recuperare il calore contenuto nei fumi.

Gli aspetti da valutare quando si sceglie una caldaia sono diversi, a partire dalla quantità di acqua calda necessaria per soddisfare i bisogni della famiglia, le dimensioni della casa e il tipo di carburante disponibile. Maggiore è la quantità di calore e acqua necessaria, maggiore dovrà essere la potenza termica della caldaia.

Un generatore di calore efficiente assicura calore per il riscaldamento domestico e l’acqua calda sanitaria senza pagare bollette salate.

Le caldaie a condensazione possono essere sia a gas che a gasolio.
Ci sono anche caldaie alimentate con energie rinnovabili come i generatori a biomassa o con un impianto solare termico.

La sostituzione della caldaia con una caldaia a condensazione di Classe A, rappresenta un investimento con costi contenuti, che permette invece, di ottenere un risparmio in bolletta fino al 30 % all’anno.

L’utilizzo della caldaia a condensazione porta un notevole beneficio anche quando è installata in un impianto a pavimento.

INCENTIVI 50 % E 65 % PER CALDAIE A CONDENSAZIONE

Sceglie di installare una nuova caldaia a condensazione di classe A in sostituzione della vecchia caldaia, può far accedere alle detrazioni fiscali del 50 %.

C’è anche l’Ecobonus 65 % che prevede la sostituzione dell’impianto di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione di classe A, con anche l’installazione integrata di valvole che regolano la temperatura, o pompe di calore, che facilitano e migliorano la gestione della temperatura in casa.

Molti installano le pompe di calore che sono in grado di riscaldare e raffreddare, spesso abbinate ai pannelli solari per generare l’acqua calda. Per poter essere una pompa di calore ad alta efficienza energetica questa deve avere un CoP alto (Coefficiente di Prestazione, il rapporto tra kWh elettrici consumati e kWh di energia termica prodotta), maggiore è il CoP più efficiente è il generatore. Ma prima di scegliere questa tipologia di riscaldamento per la casa bisogna considerare tutti i fattori che entrano in gioco, come il tipo di impianto esistente, la destinazione d’uso, le dimensioni, la tipologia di casa ecc.

COM’E’ FATTA LA CALDAIA A CONDENSAZIONE

Le categorie principali di caldaia a condensazione sono 2:

  • caldaia a condensazione murale compatta
  • caldaia a condensazione a basamento

L’ingombro della caldaia dipende dal modello che si sceglie:

  • le caldaie murali: sono le caldaie fissate al muro ad una certa altezza e hanno un minore ingombro; possono essere collocate sia all’interno che all’esterno dell’abitazione.
  • le caldaie a basamento: sono le caldaie che poggiano a terra; sono più grandi perché devono rispondere ad esigenze di potenza maggiori, e questo le rende più vistose e impattanti alla vista.

Il rendimento, la durata e l’affidabilità dell’impianto dipendono dalla qualità dei componenti della caldaia come il bruciatore e lo scambiatore di calore. Per questo è importante assicurarsi che i componenti siano certificati e realizzati con materiali di qualità.

La caldaia a condensazione permette un notevole risparmio energetico e riduce le emissioni di CO2 e di ossidi di Azoto nell’ambiente.

La diversità tra una vecchia caldaia e una a condensazione sta nella tecnologia e nel modo in cui viene utilizzato il calore latente contenuto nei fumi di scarico. Nella caldaia tradizionale questo calore è inutilizzato e disperso nell’ambiente, il che determina un rendimento minore.

Nella caldaia a condensazione i fumi di scarico vengono fatti passare attraverso lo scambiatore di calore così viene utilizzato anche il così detto “calore latente.”

Gli elementi interni che distinguono la caldaia a condensazione sono:

  • lo scambiatore di calore, il cuore pulsante della caldaia; raffredda i gas di scarico, prima della fuoriuscita dal camino, e il vapore in essi contenuto condensa. Deve essere prodotto in acciaio inossidabile, per essere più resistente alla corrosione.
  • Il bruciatore, essenziale per avere il massimo rendimento e sicurezza perché genera il calore che viene convogliato all’impianto termico e che, in parte, resta nei fumi di scarico sotto forma di energia latente.
  • La regolazione, per assicurare un funzionamento ottimale e ridurre i consumi. Ha il compito di spingere, quando richiesta, l’acqua calda al sistema di riscaldamento e ai rubinetti per l’acqua calda sanitaria.

E’ grazie a queste tecnologie che la caldaia a condensazione riesce a trasformare in calore fino al 98 % del combustibile utilizzato nel bruciatore.

La caldaia a condensazione a camera stagna può essere installata anche in casa perché non preleva aria dall’ambiente in cui è installata, ma la preleva dall’esterno; stesso discorso vale per lo smaltimento dei fumi prodotti dalla combustione.

L’efficienza energetica è stabilita in base a due parametri:

  • la classe energetica: esprime il rapporto tra il quantitativo di gas consumato e il calore prodotto. A parità di calore, meno gas viene consumato e più la caldaia è efficiente.
  • Le stelle: definite dal D.P.R. 660/96, indicano la classe di efficienza energetica non il livello di emissioni.

Ci sono poi le caldaie smart che sono tra le più evolute, perché sono in grado di comunicare con altri accessori tramite rete per garantire funzioni interessanti come il controllo remoto, l’accensione personalizzata, l’impostazione della temperatura in base al meteo e altro ancora.

0
Ci piacerebbe avere il tuo parere, lasciaci un commento.x
()
x